Blog

Olio EVO, Eccellenza Italiana!

Olio EVO, Eccellenza Italiana!

Dopo la Spagna, l'Italia è il secondo produttore di olio di oliva in Europa e nel mondo, con una produzione nazionale media di oltre 464 000 tonnellate, due terzi dei quali extra vergine. Inoltre l'Italia possiede 41 denominazioni DOP e un'IGP riconosciute dall'Unione europea. Tra gli IGP si possono poi distinguere alcune qualità con speciali "menzioni". Ad esempio l'Olio Extra Vergine d'Oliva Toscano IGP conta le menzioni: Seggiano, Colline Lucchesi, Colline della Lunigiana, Montalbano, Colline di Firenze, Colline Aretine, Colline Senesi, Monti Pisani, come da disciplinare del consorzio.

In Italia l'olivo è diffuso su circa un milione di ettari in coltura principale e su una superficie di poco inferiore in coltura secondaria, consociata con seminativi o con altre specie arboree (vite, agrumi, mandorlo eccetera).

Per quanto attiene le zone altimetriche, l'olivo √® diffuso per il 2% in montagna, il 53% in collina e per il 44% in pianura. Per le caratteristiche stesse della pianta, che ha bisogno di un clima mite e senza troppi sbalzi termici, la coltivazione dell'olivo in Italia √® molto diffusa nelle regioni del Centro (19%) e del Sud (77,9%), mentre al Nord la produzione √® pi√Ļ limitata (2%), ma in aumento, concentrandosi particolarmente in alcune zone a microclima pi√Ļ temperato, come per esempio la Liguria e le zone collinari attorno al Lago di Garda. Le piante in produzione sono circa 170 milioni e le aziende agricole che si occupano di olivicoltura sono pi√Ļ di un milione, pertanto le superfici medie coltivate sono dell'ordine di un ettaro circa, a testimonianza dell'estrema frammentazione fondiaria.

Fonte: Wiki

Sign in

Megamenu

Your cart

There are no more items in your cart